News

Papa Francesco: «Il mondo ha bisogno di speranza e pazienza»

Papa Francesco, con la Bolla “Spes non confundit”, ha indetto ufficialmente il Giubileo Ordinario 2025. La pace per il mondo, il primo segno di speranza del Giubileo, che comincerà il 24 dicembre e terminerà il 6 gennaio 2026. La richiesta di “forme di amnistia o di condono” per i carcerati e l’invito alle diocesi ad aprire l’anno giubilare il 29 dicembre. “Preoccupazione per la denatalità” e rinnovo della proposta di un Fondo mondiale per eliminare la fame, con i proventi delle armi

Il Papa ai parroci: siate padri autentici, valorizzare i laici e costruite Chiese missionarie

In una lettera indirizzata ai sacerdoti che hanno preso parte all’incontro “Parroci per il Sinodo”, Francesco indica tre strade da percorrere: riconoscere i semi dello Spirito nei fedeli, ricorrere al discernimento comunitario e mantenere la comunione tra i preti e i vescovi: una Chiesa impegnata nel Sinodo ha bisogno dei parroci, dobbiamo ascoltarvi per andare avanti

Dignitas infinita: «La dignità della persona è una verità universale che va riconosciuta»

Dalla guerra alla povertà, dalla violenza sui migranti a quella sulle donne, dall’aborto alla maternità surrogata all’eutanasia, dalla teoria del gender alla violenza digitale, fino al cambio di sesso e alla tratta di persone. Sono i temi principali della Dichiarazione “Dignitas infinita”, del Dicastero per la dottrina della fede, la cui ultima parte è dedicata ad “alcune gravi violazioni della dignità umana”, il cui elenco non è “esaustivo”

Sia Pace e Speranza!

In un mondo segnato da violenza e disperazione, la Pasqua ci ricorda che la vera giustizia e salvezza iniziano dal riconoscere e accettare i nostri «piedi sporchi», per poi camminare insieme verso mete di bene e solidarietà. Nel messaggio pasquale del vescovo Vito, l’invito a farci pellegrini di speranza